sabato 4 aprile 2015

ECCOCI

LEI

Eccoci, ci presentiamo. Il mio compagno ha deciso di smettere di fumare dal 1° maggio e io ho iniziato a prenderlo in giro dicendo "si, si, sei come quelli che dicono che domani smettono e poi non smettono mai".
Da qui è nato il titolo di questo blog sui libri e sulla voglia di leggere e non solo. Leggiamo quando ne abbiamo voglia, lui più velocemente di me, a volte gli stessi libri, a volte cose totalmente diverse. Se leggiamo lo stesso libro ognuno ha il suo così siamo liberi di andare alla velocità che vogliamo e di sottolineare quello che più ci piace.
E così abbiamo i libri doppi, a scapito dello spazio nella libreria. Sono all'antica, non amo molto gli ebook. Quando acquisto un libro la prima cosa che faccio è aprirlo e annusarlo. Poi passo i polpastrelli sulla copertina e sulle pagine. Tutto questo con un ebook è ovviamente impossibile.
Nell'acquisto dei libri sono compulsiva, ne compro sempre un tot per volta, a volte li leggo dopo mesi o anni, ma intanto li ho lì a disposizione.
Se c'è un argomento che mi incuriosisce mi tuffo a pesce, se c'è un autore che mi piace acquisto tutti (ma non sempre) i suoi libri.
Posso dire che la mia è una libreria costruita a zig zag dove la curiosità per qualcosa che trovo in un libro mi porta ad acquistare un libro su questo qualcosa, se poi nel nuovo libro trovo qualcosa d'altro che mi interessa compro un libro su questo qualcosa d'altro e così via.
Un esempio su tutti: sono partita da "La profezia di Celestino" di James Redfield e sono arrivata al Transurfing di Vadim Zeland.
Quando sono presa da raptus di lettura leggo in tram e in metropolitana riuscendo a volte a perdermi le fermate, leggo nelle sale d'attesa, leggo sul divano, leggo a letto e a volte mi addormento con il libro sul petto e la luce accesa. Leggo, a volte, anche mentre cucino!

Insomma, è ora di dire basta a questa dipendenza.
Da domani smetto di leggere!

P.S. Se cercate un blog di critica letteraria tornate su Google e iniziate una nuova ricerca ;-)

LUI

Va bene, l'incipit è: ''porca miseria cosa scrivo? Io leggo più che altro...''. E non lo avrei neanche scritto se LEI non mi avesse dato la spintarella. E tutto questo finisce in un enorme fluido elettrodinamico interconnesso in tempo reale a tutti quelli che scrutavo appena sporgendomi dallo schermo e SBAM!

Sono on-line e questo è quanto. 


Amo leggere, soprattutto quando si annusa qualcosa di importante, qualcosa che cambierà volente o nolente la piega delle tue giornate e probabilmente diventerà un'ossessione per un tempo indefinito. Non leggo sempre, alterno periodi di voracità incontrollata e incontrollabile (non riesco neppure a rendermi conto di avere necessità ordinarie come dover andare in bagno) a periodi di calma piatta dove preferisco altri stimoli.
In generale quando sale la scimmia (si proprio quella) è come essere in cerca costante di..............! E prima o poi si trova sempre qualcosa.

Sono tendenzialmente onnivoro, non amo le cose fatte tanto per farle e prediligo i contenuti alle opinioni. 

Ecco... ed ora dovrei chiudere in qualche modo................... OFF. (I)







              






Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.