lunedì 13 luglio 2015

DIETE - La dieta dei gruppi sanguigni del Dott. Mozzi (ed. Coperativa Mogliazze)

Ebbene sì, è un po' che non pubblico nulla rispetto a quello che leggo.
Il fatto è che non ho smesso di leggere, semplicemente non ho più letto romanzi, ma mi sono occupata di diete.

Quest’inverno ho cucinato una quantità esagerata di pasta fresca, gnocchi, ravioli, pane fatto in casa con lievito madre, ma soprattutto dolci.
Il risultato nel tempo è stato che a  marzo avevo preso un tot di chili, i vestiti che avevo nell'armadio non mi andavano più bene. Sono passata da una extra small a una media.

Dovendo tornare al mio peso forma mi sono avventurata nel mondo del fitness e delle diete per dimagrire (ma non solo). 
Ho navigato in internet e ho anche acquistato dei libri e ora mi piacerebbe farvene un resoconto con le mie personalissime riflessioni.


Mi sono fatta incuriosire dalla dieta dei gruppi sanguigni del Dott. Mozzi, che pare funzioni.



Non voglio dilungarmi con la storia del Dott Mozzi, laureato in medicina e diventato Naturopata, che, come lui stesso dichiara a pag. 3 del suo libro, ha dei debiti scientifici verso Manuel Lezaeta Acharan, fondatore della Medicina Naturale e verso Peter D'Adamo che con la teoria dei gruppi sanguigni ha rivoluzionato la sua vita.

Apro una parentesi. Negli anni mi sono occupata di Naturopatia e ho anche seguito una dieta vegetariana a lungo, per cui conosco sia Lezaeta Acahran che il suo discepolo Luigi Costacurta. Di entrambi ho tutti i loro libri. 
E per ora chiudo la parentesi.

Figo, penso... medicina naturale e gruppi sanguigni, sicuramente funziona.

Io sono del gruppo A positivo.
Ecco cosa posso mangiare e cosa no.
Nel "cosa posso mangiare includo anche i così detti cibi neutri.

Carne:
  • Alimenti benefici: –
  • Alimenti neutri: pollo, tacchino, faraona
  • Alimenti nocivi: tutti gli altri

Pesce:

  • Alimenti benefici:carpa, cernia, coregone, lumache di terra, merluzzo, persico, salmone (non affumicato), sardine, sgombro, trota iridea
  • Alimenti neutri:luccio, palombo, pesce spada tonno, trota salmonata
  • Alimenti nocivi: acciuga, anguilla, aragosta, aringa, caviale, cozze, gamberi, granchi, nasello, orata, ostriche, pesce gatto, polipo, salmone affumicato, molluschi
Sconsigliato il pesce fritto, affumicato e impanato e predilige il pesce al naturale piuttosto che in scatola. Da evitare la combinazione pesce-latticini.
Latte, derivati e uova:

  • Alimenti benefici: uova (da 4 a 6 alla settimana)
  • Alimenti neutri: feta (formaggio fresco di capra e pecora di tipo greco), mozzarella magra, ricotta di mucca, ricotta di capra, yogurt di capra
  • Alimenti nocivi: tutti gli altri latticini (specialmente quelli grassi e stagionati)

Per star tranquilli si consiglia comunque di evitare tutti i latticini, in particolare vanno completamente tolti dalla dieta in caso di tumori all’utero, ovaio, mammella e prostata. Latte e latticini non vanno mai combinati con carne, pesce e legumi. Le uova non vanno mai mangiate fritte in olio, o burro.

Potrei andare avanti, ma qui mi fermo. Anzi, mi sono fermata inorridita.

Per prima cosa io detesto quasi tutti i pesci elencati alla voce "benefici" "neutri" e amo la maggior parte di quelli "proibiti". Inoltre non amo i formaggi.

Ma siamo sicuri che sta davvero parlando del mio gruppo sanguigno???

Inoltre nel tempo mi sono abituata ad ascoltare il mio corpo, e se il mio corpo dice "non mi piace" vuol dire "non va bene per me".

Ultimo, ma non per importanza, la domanda è: il Dott Mozzi è sicuro di aver letto Lezaeta Acharan? No, perché...... nella medicina naturale vengono abolite tutte, e dico tutte, le proteine di origine animale!

Le testimonianze riportate nel suo libro dovrebbero farmi cambiare idea, ma mi spiace, evidentemente non fa per me.




Immagine presa da 
http://cronacadiungirasole.blogspot.it/2013/10/cronaca-di-una-dieta-lalimentazione.html



William Dufty - Sugar Blues
P.S.
Se siete seriamente interessati ad approfondire tutti i problemi legati al consumo di zucchero e a scoprire che lo zucchero fa male vi suggerisco vivamente di leggere il libro di William Dufty, "Sugar Blues, edito da Macro.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.